Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

logotype
image1 image2 image3 image3

Altre attività

Attività di giardinaggio:
l’impiego del lavoro agricolo in riabilitazione psichiatrica, date le sue caratteristiche gruppali bene si presta al potenziamento delle funzioni risocializzanti che come noto rappresentano il deficit primario nelle malattie mentali croniche. Preparazione del terreno, irrigazione, coltivazione, raccolta dei prodotti sono tutte fasi dell’attività che in chiave riabilitativo-pedagogica consentono da un lato una graduale assunzione di responsabilità legate a ruoli specifici e capacità pragmatiche e organizzative dirette ad un obbiettivo nonché l’acquisizione di competenze agricole specifiche. Inoltre esse rivestono un elevato valore simbolico legato al significato della generatività e della vita nelle diverse e progressive fasi evolutive con un enfasi particolare al significato della “creazione personale e gruppale”. Tale attività, che si svolge in un terreno appositamente preparato adiacente alla struttura e di proprietà della stessa, permette di:
Potenziare le capacità pragmatiche e organizzative
Migliorare la responsabilità di assunzione di compiti
Migliorare l’autonomia personale
Potenziare il rispetto di regole
Migliorare l’autostima
Migliorare la costanza
Potenziare strategie di problem solving e tutoring
Sperimentare l’esperienza del “prendersi cura di…” attivando sia un processo di responsabilizzazione che affettivo.

Visite Guidate:
Si tratta di un’attività terapeutico – riabilitativa e ricreativa basata sulla socializzazione o attività esterne di gruppo la cui finalità è principalmente quella del miglioramento della qualità della vita dei nostri ospiti attraverso il mantenimento delle loro capacità residue e, ove possibile, il parziale recupero della loro autonomia, fino ad ottenere la loro integrazione o re – integrazione nell’ambiente. Tale finalità ha come riferimento il raggiungimento di obiettivi a breve, medio e lungo termine, quali:
Aumento dell’autonomia personale
Attività per il recupero delle autonomie sociali
La riscoperta del sé nella cura del proprio corpo
L’aumento della capacità di gestione del denaro
Lo sviluppo di interessi e capacità
La capacità di osservare le regole sociali
Questo laboratorio è rivolto ad un gruppo aperto di ospiti e operatori di diverse qualifiche e si propone di organizzare:
Uscite varie sul territorio pensate su uno specifico scopo: dalle semplici visite guidate (mostre, musei, monumenti),  alle serate in pizzeria.

Uscite organizzate
Visita paese di Calatafimi
Visita porto di Castellammare
Visita città di Mazara
Visita mostra “Pani S. Giuseppe” di Salemi
Visita museo arte contemporanea di Gibellina
Visita monumenti arte contemporanea di Gibellina
Visita Castello arabo-normanno di Salemi
Visita città di Castelvetrano
Visita Castello “Grifeo” di Partanna
Passeggiata bosco “Finestrelle” di S. Ninfa
Serate di condivisione in pizzeria
Passeggiate varie all’aria aperta e/o centro commerciale
Visita centro storico città di Noto
Visita città di Cefalù (2 giornate)
Visita alle Cantine “Florio”
Visita alla riserva naturale di Selinunte
Visita all’area archeologica di Segesta, ecc.

Partecipazione ad eventi:
approfittando delle varie “feste di paese”, importanti per l’integrazione sociale, la Salus
organizza delle mostre, che oltre a dare visibilità a quanto viene realizzato dagli stessi ospiti all’interno dei laboratori manuali ed artistici, permette di “ricordare alla gente del luogo che la Salus c’è e che è parte integrante del contesto socio-culturale del paese”.
un altro evento che vede la Salus parte attiva è la partecipazione a “Giochi senza pensieri”.
“Giochi senza pensieri” è la manifestazione che, ormai da alcuni anni, coinvolge diverse realtà “psichiatriche” della Sicilia in un progetto unico di riabilitazione, intesa primariamente come terapia risocializzante del paziente con disagio psichico e tesa al potenziamento della stima di sé, delle capacità progettuali di ogni partecipante attraverso lo strumento del “Gruppo Allargato”e l’utilizzo di contesti ludici.
La nostra Comunità, dal 2011, partecipa con la squadra “Gli Atipici” avente come colori sociali il bianco e l’azzurro.  Il vero spirito della manifestazione è  nelle parole “senza pensieri”, gli strumenti espressivi utilizzati hanno poco di pensato e di parlato, sono fatti di sguardi, abbracci, entusiasmo e condivisione. La 7° edizione della manifestazione di “Giochi senza pensieri 2012” quest’anno (dal 12 al 15 Giugno) si è svolta nella città di Noto. Durante lo svolgimento dei giochi un pomeriggio è stato dedicato alla partecipazione di una tavola rotonda sul tema “Riabilitazione psichiatrica e reinserimento sociale” dove la comunità è stata invitata a fare un intervento come referente della Sicilia Occidentale.
Pertanto, l’obiettivo della C.T.A. non è solamente quello di “riabilitare” il soggetto affetto da disturbi psichici, ma anche “l’inculturazione” del contesto entro il quale la C.T.A. sorge, la sensibilizzazione e quindi la demolizione di tutti quei pregiudizi e quelle resistenze che spesso le società cosiddette “normali” hanno verso la disabilità mentale e, quindi, la volontà di non ghettizzare ed isolare gli ospiti.

Attività ludico-ricreative:
le attività ludico – ricreative rappresentano una risorsa nell’ambito della riabilitazione. Gli studi esistenti nella letteratura sulla disabilità sottolineano, infatti, come riabilitazione significhi anche far trascorrere agli ospiti momenti di socializzazione e di svago (e non soltanto di “terapia” intesa come “lavoro da svolgere” in determinati orari e giorni). Questo laboratorio, il cui fine è mantenere e/o sviluppare la capacità di relazione all’interno di un gruppo ristretto, è rivolto ad un gruppo aperto di ospiti e operatori di diverse qualifiche e si articola in due momenti diversi:
Organizzazione di “feste” all’interno della comunità in occasione di alcuni eventi (Natale, Pasqua, Carnevale, Estate, Ricorrenze particolari) al fine di creare momenti di condivisione e far respirare il clima tipico del periodo.
Formazione di squadre (ospiti-operatori) che si sfideranno in una sorta di torneo di giochi da tavolo (Italia trivia, Indovina indovinello, Trovami, Un-2-3-4, etc.), bocce, calciobalilla, etc.
Queste attività permettono di raggiungere numerosi obiettivi:
Favorire il benessere psico-fisico della persona
Potenziare le abilità cognitive e mantenere quelle residue
Potenziare le abilità sociali e relazionali
Potenziare l’espressività e la creatività
Potenziare il rispetto delle regole
Utilizzare strategie di problem solving
Promuovere lo spirito di sostegno e la cooperazione
Potenziare la conoscenza di sé e del proprio corpo

Discussioni di Gruppo:
durante le quali si tratta di volta in volta un argomento proposto dal gruppo, costituiscono momenti utili anche a raccogliere e vagliare le richieste formulate dai vari membri e per stabilire e ricordare le regole della vita di comunità.

2018  Salus | comunità terapeutica assistita  P. Iva 01885360816 © studio P&G